Bonucci doppia la partita della Lazio -notizie di calcio

Bonucci doppia la partita della Lazio

notizie di calcio

Il difensore centrale Leonardo Bonucci ha risolto il duro confronto tra la sua squadra, la Juventus e la Lazio ospite, segnando due gol, vincendo 2-0 su due rigori, sabato nella tredicesima tappa del campionato francese, che ha permesso all’Atalanta di consolidare la sua quarta posizione e allontanarsi dal club della capitale.

Il confronto tra Juventus e Lazio ha assunto un carattere speciale perché la squadra della “vecchia signora” ha riunito il suo ex allenatore, Maurizio Sarri, che in questa stagione ha assunto la direzione della squadra della Capitale, succedendo a Simone Inzaghi, passato all’Inter.

La squadra di Massimiliano Allegri ha meritato la sua prima vittoria allo stadio della Lazio dal gennaio 2019, perché ha saputo gestire la partita e chiudere le porte davanti al suo ospite, facendo affidamento su contropiedi che hanno messo in pericolo il portiere spagnolo Pepe Reina, nonostante la sua mancanza dei servizi della stella argentina Paulo Dybala.

I colossi torinesi hanno chiuso il primo tempo in vantaggio con un calcio di rigore di Bonucci al 23′ dopo un fallo in area proibita contro lo spagnolo Alvaro Morata di Danilo Cataldi, confermato dall’arbitro dopo il ricorso al “VAR”.

La Lazio sembrava non poter tornare all’incontro con la mancata minaccia al portiere polacco Wojciech Szczny, così che il risultato è rimasto invariato fino alla fine del primo tempo, che ha visto la Juventus perdere i servizi del difensore brasiliano Danilo per infortunio di solo un quarto di un’ora dopo l’inizio.

E la situazione è rimasta com’era nella ripresa, con netta superiorità e pericolo della Juventus contro un deficit della Lazio, fino agli ultimi minuti quando Federico Chiesa è riuscito a strappare il pallone e Reina è saltato fuori dalla sua linea, che è tornato per rimediare situazione ma ha invaso l’ex Fiorentina, così l’arbitro ha assegnato un secondo calcio di rigore agli ospiti, segnato anche da Bonucci (83), diventando, secondo le statistiche “Opta”, il primo difensore a segnare due rigori in una partita di campionato dall’ottobre 2007, quando Maurizio Domitsi lo raggiunse con il Napoli.

E soprattutto, sicuramente, la Juventus, che aveva iniziato molto male la stagione con il suo neo-vecchio allenatore Sarri, ha aggiunto altri tre punti, portando il suo punteggio a 21 punti al sesto posto e alla stessa distanza dalla quinta Lazio, che ha ricevuto il suo prima sconfitta stagionale in casa e quarta assoluta.

L’Atalanta è stata la più grande beneficiaria della sconfitta della Lazio, che si è allontanata al quarto posto dopo la vittoria schiacciante sull’infortunato ospite Spezia e sull’allenatore Thiago Motta 5-2.

La squadra di Mister Gian Piero Gasperini è entrata in gara con i sedicesimi, ed è avanti al quarto posto, un punto di vantaggio sulla Lazio, e con la sua settima vittoria stagionale si è allontanato dal club della capitale di 4 punti.

Dopo essersi ritrovato indietro all’11’ con un gol del francese M’bala Nzolo per la Mota, che ha affrontato il suo ex allenatore Gasperini (ha giocato sotto la guida di quest’ultimo a Genova nella stagione 2008-2009), l’Atalanta ha risposto duramente segnando tre gol nel primo tempo con il croato Mario Pasalic (18 e 41) e il colombiano Duvan Zapata (38 su rigore).

Il risultato è rimasto lo stesso fino agli ultimi minuti della partita, quando i padroni di casa sono riusciti ad aggiungere altre due reti con gli altri subentrati colombiani Luis Muriel (83) e l’ucraino Ruslan Malinovsky (89), prima che riuscisse a ridurre la differenza in ritardo con il suo secondo gol personale (1+90).

Con questa vittoria l’Atalanta ha favorito i suoi tifosi, impossibilitati a lasciare il suo stadio nelle precedenti tre partite, e si è preparata nel migliore dei modi alla trasferta in Svizzera di martedì, dove affronterà lo Young Boys nel penultimo quinto turno del campionato Fase a gironi della Champions League.

L’Atalanta entra in campo martedì ed è terza, a due punti dalla capolista Manchester United e Villarreal, seconda spagnola, che sarà l’ultima avversaria della squadra italiana l’otto dicembre.

In seguito, il Milan giocherà anche il secondo con una differenza di reti sul Napoli, capolista, nell’ospitalità della Fiorentina.

notizie di calcio



Source link

notizie di calcio

قد يهمك ايضاً