Vincere il Pallone d’Oro ridurrà l’importanza dei “gol”


Jorginho, il centrocampista del Chelsea e della nazionale italiana di calcio, ha confermato che se vincerà il Pallone d’Oro per il 2021, sarà un incentivo per i giocatori che non segnano regolarmente.

Jorginho è stato incoronato Giocatore Europeo dell’Anno lo scorso agosto, dopo aver vinto la Champions League con il Chelsea e la Coppa delle Nazioni Europee (Euro 2020) con l’Italia.

Jorginho, 29 anni, è stato selezionato per il Pallone d’Oro, ma l’argentino Lionel Messi rimane il favorito per vincere il premio alla fine di questo mese, mentre l’attaccante del Bayern Monaco Robert Lewandowski è un candidato forte.

Jorginho, che ha segnato otto gol in tutte le competizioni la scorsa stagione, ha affermato che vincere il premio dimostrerebbe che non è necessario segnare gol per vincere il premio.

“Non sono io a dire se dovrei vincere il premio, ma se ciò accade servirà da incentivo per gli altri giocatori, per dimostrare che non si tiene conto solo dei gol per vincere il premio”, ha detto. Globo Sport.

Ha continuato: “Non ho molte aspettative, ma sarebbe ipocrita se dicessi che non voglio vincere il premio. Vincere il premio sarebbe fantastico, ma se non fosse successo, non mi lamenterei. .”

“Sarò realista e non esagero, mi concentrerò su altro, ho già vinto il premio Player of the Year in (UEFA)”, ha spiegato il giocatore del Chelsea.

Jorginho ha confermato di aver scelto di non rappresentare il suo Brasile natale nel 2016, preferendo giocare nella nazionale italiana, dove si era trasferito all’età di 15 anni.

Ha continuato: “Il Brasile ha cercato di convincermi, ma alla fine ho scelto l’Italia. Se non l’avessi fatto, sarei stato ingrato”.

Ha detto: “Non sarebbe male vincere la Coppa del Mondo, la Champions League e le Nazioni europee, ma vincere la Coppa del Mondo è meglio di qualsiasi altra cosa”.

Ha aggiunto: “Non saremo i favoriti per vincere il titolo in Qatar, ma non si può ignorare che abbiamo vinto le Nazioni europee”.

La squadra italiana è impegnata in una battaglia per la qualificazione con la controparte svizzera per chiudere in vantaggio le gare del terzo girone, in quanto le due squadre sono a pari merito con 14 punti, mentre la formazione italiana è superiore per differenza reti, e il confronto di venerdì sarà sarà decisivo, che Giorgio Chiellini mancherà al difensore della squadra italiana dalla partita.



Source link

قد يهمك ايضاً